Translate

lunedì 4 aprile 2011

La Congiura

Il ter­re­moto ebbe luogo a Senigallia con assoluta precisione:
La congiura di Senigallia

la fonte:
http://astrologia.astrotime.org/Bendandi_il%20personaggio%20e%20la%20storia.html#Senigallia


Il ter­re­moto ebbe luogo a Senigallia con assoluta precisione, anche se la cro­na­ca riporta un ritardo di "due giorni" rispetto alla sua previsione; invero, si direbbe che ab­bia riferito ben poco del­l´even­to, poiché non ne è ri­ma­sto, o non se ne scor­ge il benché minimo accenno, né dell´epoca né po­stu­mo. Provate a cer­car­lo sul web, dove oramai si trova tutto!
C'è da chiedersi il perché? la sola spiegazione che abbia un senso (si fa per dire…) è che si sia fatto in modo da divulgare l´informazione facendo ap­pa­ri­re un ritardo inesistente, per ar­gi­na­re fin dove fosse possibile la cla­mo­ro­sa vittoria. 
O meglio, non divulgarla quasi per niente, o privarla di un seguito quanto basta a farne perdere ogni traccia, tranne per il fatto inevitabile che un ter­re­mo­to c'era stato, come pure vi era una pre­vi­sio­ne au­ten­ti­ca­ta a norma di legge: di tut­to ciò difatti, rimane una falsa no­ti­zia, che rimbalza su più di 240 pa­gi­ne di blog ed ar­ti­co­li vari sulla rete, con­tri­bu­en­do ad ali­men­ta­re il verbo che “i ter­re­mo­ti non si possono prevedere”.
La vera notizia va cassata, cestinata, anullata al punto che neppure lo stes­so Ben­dan­di lo ven­ga a sapere. L´artificio ha funzionato talmente bene che qua­si non ci si crede, nep­pu­re dopo averlo constatato con i propri occhi; chi agisce nell´ombra conosce bene que­sti effetti speciali… e chi mai si darà la pena di verificare la ve­ri­di­ci­tà di quel che ri­porta? basta una ta­stie­ra per poter scrivere! ed ecco che le “previsioni” diventano “profezie” e quan­t´altro…
Fortunatamente, almeno un Istituto di ricerca registra la notizia cor­ret­ta­mente e con tutti i crismi, nella sua banca dati.


Il genio di quest´uomo stava dando troppo fastidio e doveva essere messo a tacere, sof­fo­ca­to, escluso, deriso. Fu sufficente un pre­te­sto di ambi­guità per trasformare in una con­dan­na, che non tarderà, quello che poteva essere un suc­cesso in­con­futa­bile; non vi´era altro a disposizione; ma nel­l´im­ma­gi­na­rio col­let­ti­vo, bastava fargliene sbagliareanche una sola, per ab­bat­te­re le sue ripetute dimostrazioni una volta per tutte!
Tanto è vero che c´è cascata tutta la rete, insieme a quei Romani che cre­do­no di poter dormire son­ni tranquilli, solo perché qualche saccente continua a ne­ga­re ad occhi chiusi
"Si è mai sentito niente di più sciocco?ho commentato, limitandomi al termine sciocco;"se bastava qualche anno a scuola, come mai nessuno c'è mai arrivato prima di lui?",

per poi aggiungere: 

"È un pen­sie­ro che tra­di­sce assai più la men­ta­li­tà a scar­ta­men­to ri­dot­to di chi lo ha for­mu­la­to, che non quel­la di un ge­nio del­la ri­cer­ca. B. ha pubblicato a spese sue un libro in cui esponeva i frutti del suo pensiero. È stato fatto sparire di circolazione."


Ebbene quel forum, nonostante il titolo di "terrascienza" ed un accurato scambio email, ha rifiutato di pubblicare il mio commento a questo ed altri passi dell'articolo piuttosto fuorvianti, dichiarando: "ci limitiamo a verifiche pun­tua­li e ci muoviamo nel­l'am­bi­to della ricerca" ed inquadrandolo come speculativo.
Dopo ulteriori riflessioni, ha accettato uno stralcio informativo, che evi­den­te­mente non poteva rifiutare; ma lo spa­zio esiguo ha impedito ogni com­men­to effettivo.

Nondimeno, la con­ver­genza dei due Trigoni gli frut­terà un titolo da prima pagina sul Cor­riere del­la Sera, come “l´uomo che pre­vede i ter­re­moti”, una nomea con tutti i re­qui­siti per fare il giro del mondo: (vedi anche archi­viostorico.cor­riere.it).
Questa sinastria Tran­siti-Radix è dav­vero spe­ciale e merita un´oc­chiata attenta.
Infatti anche i riflessi nega­tivi di Giove-Sole oppo­sti a Giove si presentano con l´ineluttabile evidenza di una contromossa vergognosa, tutta tesa ad aggirare uno scacco (o dovrei dire smacco) di portata storica…

“1926 a dì 31 Maggio in Faenza, nei locali di p.s.., il Cav. ben­dandi Rafaele fu Angelo da Faenza, sismo­logo,… viene seve­ra­mente dif­fi­dato a non dare d’ora in avanti più a gior­nali esteri o ita­liani noti­zie rela­tive a futuri ter­re­moti …”, con Plu­tone in X (e Nodo) oppo­sti alla Luna, e baste­rebbe; Mer­cu­rio Semi­quadrato al Nodo ed oppo­sto a Venere, poi in Semi­quadro a Venere cele­ste, a sua volta Se­squi­qua­drato a Venere radix; Nodo Qua­drato al Nodo radix; Sole Se­squi­quadrato al Sole, Venere in oppo­si­zione al Sole. 
Una specie di ter­re­moto, ove anti­si­smici e sim­me­trici sono: Mer­cu­rio Tri­gono a Luna e Sole Tri­gono a Marte; Pluto Semi­sestile al Sole e leg­gero Tri­gono a Mer­cu­rio.
Attac­chi dal mondo esterno, soprat­tutto acca­de­mico ed anche inter­na­zio­nale, per“tute­lare la scienza impe­dendo che venisse data tanta pub­bli­cità alle fal­lacie allar­mi­stiche pre­vi­sioni di un empi­rico come il Ben­dandi”
Oltre alla Luna dura­mente col­pita da un Plu­tone in tran­sito in X, Sole e Venere sono sotto il tiro di un Sole-Mer­cu­rio che si com­bi­nano al polo di Plu­tone-Giove radix in IX. Sono pia­neti retro­gradi (R­/) quelli radix e si intrav­vede la domi­nante di un debito karmico.
Colpi bassi, molto bassi, pro­ve­nienti dall´alto; la ten­sione è forte, ma B. li sop­porta.
Di lì a due anni, la Società Sismo­lo­gica Ita­liana con refe­ren­dum interno intro­durrà nel suo sta­tuto un arti­colo che con­sen­tirà l’espul­sione del socio Ben­dandi

reo di per­se­guire ricer­che scien­ti­fi­che in aperto con­tra­sto con quelle ufficali”.

In due parole: è “cosa nostra”.
Per esteso: non si può sco­prire niente senza per­messo, ma la teoria è ancora più raf­fi­nata: nes­suna ricerca scien­ti­fica può per­met­tersi di con­trad­dire quelle uffi­ciali.
Un con­cetto line­are, sia di ricerca che di scienza! 
… e intanto le case con­ti­nuano a crol­lare.
Vale forse la pena di chie­dersi dove stia il reato?
se la Santa Sede ha fatto bru­ciare vivi tanti esseri umani ed evo­luti, per tanto tempo ed in nome di Dio - non sto par­lando di sco­mu­nica, ma di roghi - è vero­si­mile che si com­piano ancor oggi libe­ra­mente atti del genere in nome della scienza.

Il problema è che non hanno altri mezzi per verificarne l´attendibilità, se non le teorie stesse di un empirico; e per mettersi al riparo da quest´onta si fa il possibile per va­ni­fi­car­le, fino a farle scomparire. È sempre più comodo giudicare, che essere giudicati.
Si tratta di quella che la public toilet (¹) Wikipedia defi­ni­sce “la comu­nità scien­ti­fica”, lad­dove il dizio­na­rio dell´En­ci­clo­pe­dia Trec­cani, alla voce baronìa riporta: 
s. f. [der. di barone1]. - … 2. a. Domi­nio, giu­ri­sdi­zione del barone. b. fig., spreg. Potere dispo­tico. c. estens. Potenza eco­no­mica o poli­tica dei «baroni del­l'indu­stria», dei «baroni della cat­te­dra» e sim. (v. barone1, nel sign. 3 b), e in genere di chi eser­cita un domi­nio pres­so­ché incon­tra­stato in un set­tore della vita e del­l'atti­vità pub­blica
per non ricorrere alla descri­zione di “mafia”, che:
“… estende la pro­pria influ­enza al­l'intera realtà sociale ed eco­no­mica, in par­ti­co­lare con­cen­tran­dosi sul con­trollo dei mer­cati, delle aree edi­fi­ca­bili, degli appalti delle opere pub­bli­che…” 
che il dizio­na­rio Web­ster della Enci­clo­pe­dia Bri­tan­nica iden­ti­fica con: 
“a group of people of simi­lar inte­rests or backgro­unds pro­mi­nent in a par­ti­cu­lar field or enterprise ”

Il 4° tra i PRINCIPÎ FONDAMENTALI della Costituzione della Repubblica Italianaenuncia:

Art. 4.
… Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.
e il Bendandi ne andava fiero; ma lo ricambiano facendone un cane sciolto, un reo, che significa nientemeno che colpevole di un reato.
Personalmente, mi limito a compatirla come “dotta ignoranza”; ma non rinuncio a chie­der­mi quanti di questi scienziati saranno disposti a presenziare ad un congresso di stu­diosi a Roma, nel pomeriggio del prossimo 11 Maggio, inteso a dimostrare una vol­ta per tutte a chi paga le tasse la non affidabilità di certe previsioni; e quanti tra quelli di loro che vi abitano (ce ne sarà pure qual­cuno?) quel giorno saranno presenti e re­pe­ri­bi­li nella capitale; a monte delle risultanze di qualsivoglia ulteriore analisi.
Eventuali risposte di conferma verranno pubblicate.

1 commento: