Translate

sabato 27 gennaio 2018

Highway 666 ● L'autostrada del Diavolo





Lungo la Highway 666, nel corso della storia, si sono verificati un’infinità di fenomeni inspiegabili. Considerata una della strade più famose del Nord America, questa strada si estende per una distanza di 312 chilometri, iniziando dalla città di Monticello nello Utah, fino alla città di Gallup, nel New Mexico. Mentre si percorre questa strada si va incontro a una grande quantità di paesaggi maestosi, dalle sconfinate lande aride, a deserti popolati da enormi cactus. Nonostante il fatto che questa autostrada sia così popolare, molti viaggiatori fanno di tutto per poterla evitare e ora scoprirai il perché di così tanta paura...
La Highway 666 è famosa per essere uno dei luoghi più infestati d’America. Si trova nella regione identificata come “Four Corners”, ossia “Quattro Angoli” che corrispondono agli stati dello Utah, del Colorado, dell’Arizona e del New Mexico. Nel 2003 gli Stati Uniti ribattezzarono questa minacciosa autostrada in U.S Route 491 poiché il numero 666 non rassicurava molti viaggiatori in quanto considerato come il numero della Bestia… del Diavolo! Quando questa autostrada era identificata ancora con quel numero diabolico, molti la chiamavano “L’autostrada del Diavolo” e sulla base di statistiche, ci fu un numero insolitamente elevato di incidenti e decessi, così molti credettero che chiunque avesse percorso anche solamente pochi metri di quei 312 chilometri, sarebbe stato immediatamente maledetto. Nel corso della storia dell’autostrada, ogni singolo incidente e morte è stato considerato come un riflesso del male che si diceva risiedesse attorno questo tratto di strada e quando venne ribattezzata in U.S Route 491, le statistiche relative agli incidenti e ai decessi furono drasticamente ridotte. Gli scettici affermano che questo è dovuto al fatto che gli automobilisti non sperimentano più la paura psicologica che qualcosa succederà loro mentre viaggiano lungo la Highway 666, tuttavia molti considerano questo fenomeno assai misterioso!
Una delle storie più diffuse che circondano i fenomeni inspiegabili della Highway 666, è la storia di una minacciosa e inquietante berlina nera che darebbe un passaggio alle persone che si sono perse lungo questo tratto di strada. Molte persone che hanno viaggiato sulla Highway 666 affermano che mentre il sole tramontava, lasciando libero spazio alle tenebre, un misterioso senso di paura e insofferenza prendeva il sopravvento del corpo. Una volta che l’oscurità regnava sulle lande desolate, i testimoni affermavano di vedere dei fari provenire da dietro di loro e, nonostante l’elevata velocità, questi fari sembravano guadagnare metri molto rapidamente, tant’è che molti si fermavano sul ciglio della strada per farsi superare da questa auto misteriosa per poi scoprire che non era guidata assolutamente da nessuno! Si tratta di un'allucinazione indotta dalla paura, oppure Satana intimorisce i viaggiatori con questa misteriosa berlina nera? C’è anche chi afferma che a inseguire i poveri automobilisti non sia solo questa berlina, ma ci sarebbero anche i cosiddetti “Hounds of Hell”, traducibile come “Segugi dell’Inferno”. I testimoni affermano che queste bizzarre bestie soprannaturali avrebbero la capacità di correre talmente veloce da stare al passo con i veicoli. Si ritiene che questi cani demoniaci siano responsabili di numerosi incidenti stradali, infatti con i loro affilatissimi denti distruggerebbero le gomme e con enormi balzi riuscirebbero a saltare sopra le automobili in corsa! A questo punto, tutte le misteriose apparizioni appena elencate potrebbero essere un brutto scherzo dovuto alla paura, eppure molti testimoni sono sicuri di quello che hanno visto e di quello che hanno sperimentato direttamente sui loro veicoli: auto misteriosamente in panne e gomme forate, tutti guasti che hanno costretto i malcapitati a una fermata d’emergenza… ed è proprio durante queste fermate che la paura prende il sopravvento e compaiono strane creature o mezzi guidati da nessuno!
Come ogni strada misteriosa o infestata che si rispetti, la Highway 666 si dice sia la dimora di molti spiriti ostili, tuttavia ce n’è uno apparentemente innocuo, quello di una ragazza che viene solitamente vista sul ciglio della strada, in piedi, con un vestito bianco che sembra aspettare qualcuno. L’espressione di questa ragazza, a detta dei testimoni, è tanto triste quanto inquietante e chiunque la guardi è assalito da un’improvvisa preoccupazione. Coloro che hanno provato ad avere a che fare con questa misteriosa ragazza, hanno riferito che se si prova ad avvicinarsi, la figura svanisce nel nulla. Ci sono anche molte leggende che fanno parte della cultura dei nativi americani e una di queste riguarda un gruppo di persone che hanno l’abilità di mutare il proprio aspetto con quello di vari tipi di animali. Queste persone sono generalmente chiamate “Skinwalkers” e sono dei veri e propri mutaforma. Un tempo si credeva che gli stregoni e gli sciamani fossero dei veri e propri Skinwalkers. Molti affermano che gli spiriti di queste persone esistano ancora oggi lungo la Highway 666. Si ritiene che siano in grado di trasformarsi immediatamente in svariati tipi di animale, apparendo improvvisamente di fronte al traffico in arrivo e di conseguenza, il veicolo sarebbe istantaneamente coinvolto in un incidente potenzialmente fatale. Altre leggende raccontano che questi Skinwalkers si presentano lungo la Highway 666 per scoraggiare gli automobilisti a percorrere tale tratto di strada e se il viaggiatore non tiene conto di questi avvertimenti, un malvagio sciamano apparirà sul sedile posteriore del veicolo e che con la sua magia toglierà la vita al guidatore nelle maniere più cruente possibili strappandogli letteralmente l’anima. Queste leggende sono alimentate dal fatto che durante la costruzione dell'autostrada sono stati sepolti numerosi cimiteri che gli indiani usavano quando risiedevano nell’area.
Come avete appena potuto ascoltare, tutte le storie che circondano la Highway 666 sono così assurde da risultare poco credibili per chiunque. Il tutto potrebbe essere un insieme di leggende, fatti realmente accaduti e poi storpiati e come ingrediente finale potrebbe esserci la suggestione che il numero della Bestia potrebbe scaturire nella mente delle persone. Al di là di mostri e spiriti, esistono storie di vere e proprie sparizioni. In alcuni casi i veicoli o le persone sono svaniti nel nulla senza lasciare traccia, in altri le persone hanno rifatto la propria comparsa dopo svariati giorni senza che si rendessero conto del tempo che era effettivamente trascorso. Questo è il cosiddetto fenomeno del “timeloss”, ossia “perdita del tempo” sperimentato spesso dalle presunte vittime di rapimenti alieni. La persona è convinta che siano trascorsi pochi minuti o poche ore quando in realtà sono trascorsi svariati giorni. Questo fenomeno inspiegabile è accaduto diverse volte nel corso della storia lungo la Highway 666. Come abbiamo detto all’inizio, nel 2003 la Highway 666 è stata ribattezzata in U.S Route 491 e questo portò un brusco calo al numero di incidenti riportati, trasformando di fatto quella strada in un qualsiasi tratto asfaltato... anche se c’è chi ancora oggi afferma di vedere strane apparizioni soprattutto di notte.
Chiunque sia particolarmente affascinato dai posti infestati o dai fenomeni inspiegabili, si divertirà sicuramente a percorrere questa autostrada, magari durante una notte di luna piena, perché leggende oppure no, le autostrade oscure e solitarie hanno certamente un certo potere nel riuscire a suscitare sentimenti di desolazione, solitudine, disperazione e paura… è come se alcune di queste autostrade penetrassero non solo attraverso aspre terre selvagge fino all’orizzonte e oltre, ma anche attraverso la psiche umana nei misteriosi regni del nostro subconscio.

fonte:
https://fuocodiprometeoblog.blogspot.it/p/benvenuti.html

martedì 16 gennaio 2018

Paul Amadeus Dienach viaggiò nel futuro?


Paul Amadeus Dienach,vissuto durante l’inizio del 20° secolo nell’Europa centrale, è l’autore del libro “Cronache dal Futuro”, basato sulla sua esperienza unica.
Logicamente, è difficile credere a tale storia.A causa di una malattia trascorse un anno della sua vita in uno stato comatoso. Come afferma egli stesso, in quel periodo la sua coscienza era passata nel futuro, in un corpo diverso.
Questo libro conteneva una profezia unica.Tuttavia, non tutti erano scettici al riguardo. È un dato di fatto che i massoni hanno accettato il contenuto del suo libro come un segreto molto importante e lo tennero sotto la loro protezione.
Non molte persone hanno avuto la possibilità di leggerlo. Il libro è stato stampato in Grecia in un numero molto limitato di copie.
Tuttavia, oggi le cose sono cambiate, e le persone possono ora accedere a questi contenuti segreti e conoscere il futuro.
Una cosa interessante è che Paul Amadeus Dienach , professore di studi di lingua tedesca, non ha mai avuto l’intenzione di diventare uno scrittore. Il suo libro “Cronache dal futuro” è il risultato di un’esperienza non pianificata.
A Dienach fu diagnosticata un encefalite letargica (malattia del sonno), e le sue condizioni di salute peggiorarono nel 1921, portandolo a trascorrere un anno in coma.
Anche se il suo corpo era in un ospedale a Ginevra, ha affermato che era sveglio tutto il tempo, e di passare il tempo durante l’anno 3906 DC.
Dopo il suo coma, ha spiegato che la sua esperienza futurista coinvolse il cammino della sua coscienza nel corpo di un altro uomo, Andrew Northam.
Egli ha detto che le persone del futuro hanno notato che la sua coscienza era nel corpo di Andrew Northam, e gli offrirono aiuto in quel nuovo ambiente sconosciuto, aiutandolo a capire il progresso del genere umano attraverso il tempo.
Secondo ciò che ha visto, l’Homo Novus Occidantalis sarà la nuova razza umana. Era un dato di fatto che, nel futuro, dove si trovava, l’attuale razza umana aveva fatto alcune buone scelte, e alcune cattive, nel corso del tempo.
Subito dopo si è svegliato dal coma, e ha confessato la sua esperienza solo nel suo diario. Sapeva che la gente non lo avrebbe potuto capire, aveva paura di essere ridicolizzato.
Nel 1922 ha viaggiato in Grecia, nella speranza che il clima mediterraneo potesse aiutarlo a migliorare la sua condizione di salute, mentre insegnava tedesco all’università.
Così conobbe George Papahatzis.
Papahatzis era un suo allievo, ma negli anni successivi divenne il Vice Presidente del Consiglio Nazionale della Grecia, membro fondatore della greca Philosophical Society e uno dei riformatori del diritto amministrativo in Grecia, così come un membro alto rango della società Massonica.
Provavano fiducia l’un per l’altro, così che due anni dopo, quando Dienach sentiva che ormai non c’era più speranza per la sua salute e che la fine era vicina, lasciò a Papahatzis i suoi appunti, dicendogli che lo avrebbero potuto aiutare con il suo tedesco in futuro. Dopo di che, Dienach lasciò la Grecia e morì poco tempo dopo.
George Papahatzis certamente non si aspettava di trovare una profezia nascosta fra le note del suo amico.
In un primo momento, credette di avere di fronte uno strano romanzo. Ma dopo anni di traduzioni e analisi, dal 1926 al 1940, si rese conto che aveva le memorie di Dienach fra le sue mani.
Quando la seconda guerra mondiale finì, Papahatzis cercò di mettersi in contatto con Dienach e i suoi parenti, senza successo.
Papahatzis era un membro della società massonica, quindi la traduzione delle note di Dienach erano disponibili solo per i membri altolocati di questa società.
I massoni videro Dienach come un profeta e le sue note erano importanti per loro.
Tuttavia, Papahatzis espresse il desiderio di pubblicare queste note nel 1972, che non fu ben accolto.
La Chiesa agì in maniera aggressiva, accusando Papahatzis di eresia. Perse il lavoro, e di molte copie del libro, solo poche si salvarono.
Lo stesso è accaduto con un altro tentativo di pubblicare le note nel 1979, anche se, in quel momento, la Grecia iniziò ad applicare la democrazia invece della dittatura.
Questo atteggiamento negativo generale alla profezia è rimasto per altri trent’anni.
Uno dei pochissimi che non ignora l’esistenza di questo libro è stato Radamanthys Anastasakis , che era un ex-membro di alto rango di molte società segrete, e che era responsabile per il terzo turno di pubblicazione, solo in un numero limitato di copie .
In origine, gli appunti di Dienach erano molto estesi, che era il motivo per cui le prime edizioni del libro di 800 pagine erano molto difficili da leggere.
Nel frattempo, il libro è stato modificato ed illustrato, e il suo contenuto presenta ora l’essenza dell’esperienza straordinaria di Dienach.
Il libro che mostra il nostro futuro è ora ampiamente disponibile.